Salvatore Monti, massaggiatore

Buongiorno e buona domenica col personaggio insostituibile delle Terme della Regina Isabella, Salvatore Monti. Quello che dicono di lui:Adriano EspositoPeppino De SianoGianni Agnelli , noto come l’avvocato, moltissime volte ha gettato l’ancora in rada nella baia antistante il Regina Isabella ed il motivo principale oltre al fatto che amava quell’angolo di paradiso, sbarcava e si recava nelle terme del lussuoso complesso per un motivo molto semplice: farsi massaggiare dal massaggiatore Salvatore Monti, noto a Lacco Ameno tutt’ora col nomignolo : U’ can e Magonza.Quest’ultimo aveva incoscientemente un fluido nelle mani che aveva del miracoloso Infatti i suoi clienti, quasi sempre noti personaggi facevano la fila nel prenotarsi per beneficiare delle sue prestazioni. Salvatore, un uomo molto amato a Lacco Ameno, illetterato al punto di permettersi di chiamare l’avvocato per nome: Gianni e discutere durante il massaggio del Napoli e della sua squadra di calcio: la Juventus., simpaticissimo e gran burlone, Salvatore non appena poggiava le mani sul corpo del cliente era capace di individuare i punti precisi ove quest’ultimo soffriva per il dolore. Il magnate italiano apprezzava il lavoro di Salvatore quando lo massaggiava e un giorno lo portò con se al Sestriere : nota stazione sciistica italiana di sua proprietà ove possedeva tre noti alberghi: I Duchi D ‘Aosta, la Torre ed il lussuoso Principe di Piemonte, ove impegno’ il massaggiatore per il periodo invernale. All‘epoca ricordo che sempre al Sestriere lavoravo nel negozio di Sartoria di mio fratello, noto a Lacco Ameno col nome di Mario d’Ischia., dal quale L’avvocato Agnelli era solito farsi confezionare ogni anno diverse paia di pantaloni su misura nella sartoria sita a Lacco Ameno. Fu proprio l’avvocato ad incoraggiare mio fratello a trasferire la sua sartoria al Sestriere per il periodo invernale e fu un vero successo commerciale. Ricordo di aver visto tante volte durante la stagione sciistica, l’elicottero dell avvocato accostarsi su un lato del monte Sises e una volta quasi sulla.neve saltare con gli sci ai piedi e discendere direttamente sino alla Hall del Principe di Piemonte,farsi massaggiare da Salvatore e ripartire subito verso Torino con lo stesso elicottero che lo attendeva nel rettangolo nei pressi del Grand Hotel.Adriano EspositoAdriano, proprio ieri mattina ho incontrato Salvatore “can e maconz” e gli ho chiesto del soprannome come ha avuto origine. Mi diceva che quando era ragazzo, nel rione Ortola c’era un calzolaio e un certo Raffaele “a moccia” che passava parecchio tempo a raccontare storie dei vicoli gli diede il nome di Gano da Magonza senza alcun riferimento al personaggio del poema del ciclo carolingio. Quello che racconti è molto bello e non me ne avevi mai parlato. Giovan Giuseppe Trani Peppino De Siano l’anno scorso estate 2019 al Regina Isabella è stato il nipote di Agnelli Lapo e sapete di chi chiesto del massaggiatore “U cane e Magonza “poi è andato a salutarlo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *